... Non Solo Cromopuntura

domenica 31 luglio 2016

EMORROIDI E NON SOLO CROMOPUNTURA



Probabilmente la cause dell' emorroidi è multifattoriale ( sedentarieta',alimentazione scorretta, conflitti e rabbia repressa), sicuramente l'alimentazione acida è un fattore scatenante, quindi NO CARNE NO ALCOOL e SI VERDURA E SI FRUTTA CRUDA ma cè da tenere presente anche il fattore EMOZIONI REPRESSE in questo caso la rabbia.

cè qualcosa che ci tormenta e non riusciamo a risolvere abbiamo subito un conflitto ripugnante, vile, abietto, insidioso e quindi è il caso di incazzarci esprimiamo la rabbia e facciamo valere le nostre ragioni, quindi appartiamoci in luogo dove è possibile rivivere la situazione e esprimere totalmente la rabbia, dopo averla espressa si puo' accettare e lasciare andare ( cromopuntura, è possilbile usare la linea del fegato con placca fegato placca emotiva in questo è possibile esprimere una gran quantita' di rabbia e liberare cosi il fegato da questa energia tossica, riequilibrare poi con linea intestino ,amore e relativa placca, qui si parla di linee e placche di Calligaris)

i trattamenti base per problemi emorroidi;


armonizzazione
trattamento base tossico
punti e zone fegato
vaso patologico fuoco attivo
tgo . linea equilibrio e linea infiammazioni, alternate
zona dei sogni Marte 
zona converter Verde del lasciar andare




ok conflitti e circolo funzionale fegato
trattare anche punti tgo sulla fronte zona ano .

sia per emorridi interne ed esterne usare olio di ricino ( naturale spremuto a freddo) con due gocce di olio essenziale di cipresso



Antar Raja


venerdì 29 luglio 2016

La placca dell'entusiasmo


Colorpuntura; Trattare la placca con colore Rosso o Arancione un paio di minuti
Felicità il Tesoro Nascosto
I Segreti e la Mappa della Felicità
Voto medio su 2 recensioni: Buono
€ 15





giovedì 28 luglio 2016

PURA CURCUMINA NATURALE



La curcumina Longa contribuisce a contrastare in maniera naturale lo stress ossidativo e può avere un'effetto benefico nel riequilibrio delle fisiologiche funzionalità dell'organismo.

Pura Curcumina naturale in capsule vegetali da 450 mg. Solo Curcumina titolata al 95%.

Nessun altro ingrediente aggiunto.

Prodotto unico in Italia.

Integratore alimentare di sola Curcumina E.s. radice, curcuminoidi 95%.

Dosaggio consigliato: 2 capsule al giorno (900 mg)

Modalità di utilizzo: da assumersi per via orale preferibilmente al mattino e alla sera.
PROPRIETÁ DELLA CURCUMINA

  • antinfiammatorio
  • anticancro
  • digestivo
  • depurativo
  • rigenera il cervello
  • elimina la candida
  • protegge il cuore
  • allontana la depressione
  • depura la pelle
  • ringiovanisce

A differenza di altri antiossidanti, i curcuminoidi sono in grado sia di prevenire la formazione di radicali liberi, sia di neutralizzare i radicali liberi già esistenti, e sono considerati efficaci bioprotettori a causa di questa duplice attività.

Il morbo di Crohn è una malattia di natura infiammatoria. La Curcumina assunta per via orale ha dimostrato di avere attività contro il morbo di Crohn. Ci sono numerosi dati sperimentali che suggeriscono che la Curcumina può accelerare la guarigione delle ferite. Ciò ha portato, per esempio, la Johnson&Johnson a commercializzare (in India) dei cerotti Band Aid contenenti curcumina.

La psoriasi è un altra malattia di natura infiammatoria. Rilevanti elementi di prova, sia negli animali che nell'uomo, indicano che la Curcumina è molto efficace contro la psoriasi quando viene applicata topicamente sulla cute. La Curcuma longa, ed il suo principio attivo, la curcumina, possiedono un'attività antiflogistica a carico tanto del sistema delle lipoossigenasi che di quello delle ciclo-ossigenasi. E' dotata inoltre di attività antimutagena, antiossidante e chemopreventiva su più modelli in vitro ed attualmente è uno dei più importanti agenti chemopreventivi in fase di studio per la prevenzione delle neoplasie.

Diverse ricerche hanno scoperto che la Curcumina può aiutare il sistema immunitario a "ripulire" il cervello dal beta amiloide, il principale costituente delle placche trovate nella malattia di Alzheimer. Poiché il morbo di Alzheimer è causato in parte dall'infiammazione indotta dall'amiloide, la Curcumina ha dimostrato di essere efficace contro il morbo di Alzheimer. Trial clinici sono in corso presso la UCLA (University of California, Los Angeles) per l'impiego della Curcumina per il morbo di Alzheimer.

Uno studio svolto da ricercatori italiani e statunitensi suggerisce che la curcumina possa incrementare le proprietà di protezione e antiossidazione di un enzima che salvaguarda il cervello. Il team scientifico ha individuato nella curcumina un innovativo composto che funge da induttore di emeossigenasi-1 (HO-1), un gene del sistema nervoso centrale che codifica per una proteina avente proprietà antiossidanti. Questa proteina ha la funzione di difendere i neuroni del cervello esposti a processi ossidatori.

Questa scoperta trova riscontri anche in recenti studi epidemiologici che mostrano la bassissima incidenza, rispetto ad altre parti del mondo, di Alzheimer e Parkinson nella popolazione indiana, dove la curcumina è quotidianamente utilizzata nella dieta.

(Informazioni tratte dal sito del produttore Santè Naturels)


Curcumina Santè - 90 Capsule
Pura Curcumina naturale in capsule vegetali da 450 mg. Solo Curcumina titolata al 95%.

lunedì 25 luglio 2016

La Cura del dottor Rudolf Breuss

Un dottore austriaco, chiamato Rudolf Breuss, ha speso tutta la sua vita alla ricerca di una cura alternativa contro il cancro, formulando la ricetta di un succo che, secondo lui, stimola il sistema immunitario e depura il corpo.

Pur non essendo stato riconosciuto da nessuna istituzione medica, secondo il dottor Breuss il suo rimedio ha curato migliaia di persone.

La sua cura anticancro è una forma di digiunoterapia. Il principio si basa sul fatto che il cibo che normalmente introduciamo è diretto a sostenere le cellule di qualsiasi natura, benigna o maligna.
Alcuni alimenti non sembrano però graditi alle cellule tumorali.

La cura anticancro di Breuss prescrive quindi una alimentazione strettamente limitata a tali sostanze, in modo da togliere il sostentamento alle cellule tumorali senza tuttavia debilitare l’organismo.

Egli afferma che “il tumore deve essere divorato dall’organismo stesso, durante la cura del digiuno”. Mediante il digiuno il corpo elimina tutto quanto gli è estraneo, poiché separa tutto ciò che è malato, da ciò che è sano.
Per la sua cura di 42 giorni, Breuss ha ideato una mistura di succhi, composta per la maggior parte di rape rosse, carote, sedano, rafani e patate. Alcuni giorni prima dell’inizio del digiuno, Breuss inizia a somministrare un quarto di litro della mistura, affinché il malato vi si abitui.
E’ inoltre utile il ricorso a speciali decotti d’erbe, quali la salvia, la calendula, il geranium robertianum.
Breuss sostiene però che per ottenere successi incoraggianti in questa terapia è necessario che i malati non siano stati già trattati con irradiazioni e altre terapie pesanti anticancerose che abbiano danneggiato preventivamente le difese dell’organismo.
Durante questa cura non si deve mangiare nulla per 42 giorni, salvo bere i succhi di verdura e i decotti prescritti. Dei succhi si può berne, a seconda dell’appetito, fino a 1/4 di litro al giorno (meno se ne beve, meglio è).
Si può seguire questa cura o con succhi spremuti personalmente, la soluzione migliore, oppure servendosi del succo misto, già preparato da una ditta (con verdure biologicamente coltivate) detto «Breuss» e che si trova in negozi specializzati oppure online.

Secondo Breuss, alcune proteine alimentano le cellule tumorali. Sulla base di ciò, ha formulato un regime alimentare di 42 giorni, durante i quali consiglia di consumare solo vegetali e un succo a base di barbabietola.

La ricetta del succo del dottor Rudolf Breuss
Ingredienti:
3/5 di rape rosse (barbabietole)
1/5 di carote
1/ di tubero di sedano
un poco di rafano
una patata grossa quanto un uovo.

Per esempio: 3 etti di barbabietole, 1 etto di carote, 1 sedano e circa 30 gr. di rafano. La patata non è indispensabile, ma è molto importante in caso di cancro al fegato. In luogo della patata aggiunta alle verdure si può bere anche 1 tazza di decotto di bucce di patata al giorno, bevuto freddo a sorsi: mettere una manciata di bucce crude in 2 tazze di acqua e far bollire per 2-4 minuti. Se il decotto risulta di sapore sgradevole è segno che il fegato non ne ha bisogno, in tal caso si può fare a meno di berlo.
Procedimento:

Tutte le verdure vanno passate nella centrifuga, poi il succo va filtrato ancora attraverso un filtro fine o un telo di lino, perché su 1/ di litro di succo c’è sempre ancora circa un cucchiaio di scorie. Queste, anzitutto non sono buone da bere, inoltre servirebbero di nutrimento al cancro. Il cancro vive solo di cibi solidi che si mangiano, per cui se per 42 giorni si bevono solo succhi e decotti , il tumore muore, ma la persona può benissimo vivere.
Pur calando di peso, in questo periodo, da 5 a 15 Kg., ci si sente molto bene. E‘ bene che qualche giorno prima dell‘inizio si cominci a bere ¼ di succo al giorno per abituarsi ad esso. Per sopravvivere è indispensabile soltanto berne da 1/8 a ¼ di litro al giorno, ma è consentito arrivare fino a mezzo litro, ma non è certo obbligatorio! Bevi la bevanda adagio, a cucchiaiate, non inghiottire subito, ma insaliva bene. In aggiunta si può, di tanto in tanto, bere un succo di crauti, che fa bene al malato.

Se vuoi puoi acquistare il succo direttamente qui.
Il succo va bevuto a stomaco vuoto.

La barbabietola è ricca di antiossidanti e minerali. Il suo colore è dovuto a delle sostanze chiamate betacianine, molto benefiche per la nostra salute. Inoltre, l’amminoacido betaina contenuto nella barbabietola la rende particolarmente efficace contro il cancro.
Testimonianze e riflessioni:

Dr. F. B, di Berchtesgaden scrive di Breuss, “Breuss ha una grande esperienza nel campo della medicina popolare. Per questo motivo, lui è stato probabilmente uno dei migliori nel campo del digiuno, e dovrebbe essere un dato di fatto. Senza dubbio resterà il tipo di trattamento più prezioso per superare le malattie. Non vi è nulla di più profondo, per guarire da ogni forma di malattia, dall’astensione volontaria dal cibo, lasciando che il potere di guarigione interiore, che ogni essere umano ha, faccia il suo corso. Solo questo però per alcuni è troppo poco, ma è particolarmente apprezzato da chi lo ha praticato, in questo modo hanno riconosciuto che non vogliono perdere la cosa più preziosa che il Creatore ha impiantato nel loro corpo. Sono pochi gli uomini illuminati che hanno riconosciuto questo potere e hanno cercato con tutti i mezzi loro disponibili di avvicinare altri alla conoscenza. Perché devi essere mentalmente maturo, e la maggior parte dell’umanità non comprendeva le parole semplici di questi grandi uomini. Chi ha visto come aiutava i suoi pazienti durante il digiuno, non può che riconoscerne i GRANDI MERITI e incoraggerà altri a seguirne i consigli”.

Fonte: Stop al Cancro

CIO' CHE NON E' STATO PERDONATO....


CIO' CHE NON E' STATO PERDONATO....

...distrugge la salute. Delle emozioni negative "pesanti" come il rancore e la delusione agiscono sulle cellule viventi, oggi l'ha provato anche la scienza. I rancori non curati non se ne vanno mai da soli. Accumulandosi, si trasformano in stanchezza, e poi in malattie.

...distrugge i rapporti. Se non pulite il sibconscio dai vecchi rancori, dalla vecchia rabbia, permettere a tutte queste emozioni negative di fare il loro lavoro, di anno in anno, e poi vi fate delle domande: perché mi avevano offeso o tradito.. e di chi è colpa?


... distrugge le carriere: basta immaginare una persona che pensa continuamente ai suoi insuccessi passati; il tempo lavorerà contro di lei.

Ne vale la pena di trascinare il peso del passato?
I ricordi fanno proiettare all'infinito il film sul passato facendovi rivivere gli stessi momenti chi vi avevano procurato il dolore. Questi ricordi portano via la vostra energia, perché alimentate il passato.

Qual'è la via d'uscita?
Tornare al passato per trasformare il dolore in gioia, il rancore in perdono, l'aggressione in amore, perdonare qui ed ora SE STESSI e tutti i partecipanti degli psicodrammi del passato. Ringraziare se stessi e gli altri per una lezione e per quell'esperienza che vi ha permesso di salire su un gradino più alto, di diventare più consapevoli.

Una recensione:

"Oggi ho iniziato la meditazione delle frustrazioni, ne avevo voglia, sete, fame, ma ho aspettato di fare almeno per una settimana quella del perdono.Mi sono sentita ripulire, visualizzavo, immaginavo..boh...una ..non so come spiegare, una pala , una ruspa..un'enorme righello che entrando dalla sommità' del mio capo spalava, mndava in giu' fino ai piedi e poi fuori fino al centro di madreterra cio' che era da togliere. sentivo i piedi formicolare mentre usciva e vedevo fluire questa cosa fino al centro dove diventava un tutt'uno col magma e si rigenerava in nuovo nutrimento anziché' in schifo che avevo dentro. In automatico mi sono venute alla mente situazioni passate "frustranti", cose a cui non pensavo.
Non vedo l'ora arrivi domani per continuare questo viaggio di acquisizione leggerezza. grazie di avermi ascoltata." (Maria Grazia)

https://it.advanced-mind-institute.org/…/la-meditazione-del…



Il programma "La meditazione del perdono" è uno strumento importante e necessario per la sintonizzazione del nostro corpo energeticoinformazionale (il nostro "bozzolo vibrazionale"). Perdonare una persona, oppure una situazione, dal punto di vista energeticoinformazionale, significa "rattoppare" i buchi nei nostri corpi sottili, attraverso i quali perdiamo molta energia. Il peso dei rancori è quello tra i più brutti, ed è necessario liberarsene. Ognuno di noi conosce il sentimento di rancore, avendolo nutrito più volte, nella vita.

Non ci pensiamo mai, ma potremmo nutrire il rancore non solo verso una concreta persona, ma anche verso il destino, verso il paese dove abitiamo, verso la nostra civiltà e così via; tutto può essere l'oggetto del rancore: una persona, un essere inanimato, una situazione. Molti guaritori credono che dei rancori radicati possano causare una moltitudine di gravi malattie, tra cui anche il cancro, succhiando via molte nostre energie. Ecco perché è molto importante “sradicare” ciò che sta nelle profondità del subconscio.

Occorre notare che molti rancori nascono senza fondamenti; nascono, per esempio, solamente perché le azioni di una persona non hanno trovato corrispondenza alle nostre aspettative. Il rancore di per se stesso è soggettivo, e può nascere senza alcuna base oggettiva. A volte ci offendiamo apposta, per avere un vantaggio personale: per esempio, una ragazza potrebbe dimostrarsi offesa solo per farsi dare una prova dei sentimenti del suo fidanzato.

Ognuno di noi presenta un groviglio di rancori: verso i genitori, verso il capo, verso gli amici, i colleghi... Essendo molto abituati a questo sentimento, abbiamo smesso di percepirlo come qualcosa di negativo per noi, ma non è così. Siamo noi per primi a risentirne gli effetti negativi, e non l'oggetto del rancore.

Un rancore tira l'altro: tutti, di sicuro, conoscono delle persone perennemente offese e rancorose; per loro, anche una parola sbagliata può infliggere una profonda ferita psicologica, solamente perché questa persona è già predisposta a questo tipo di reazione.

I rancori, le paure ed altre emozioni negative possiedono le loro frequenze. Di solito si collocano nella banda 144-396 Hz, e sono proprio quelle frequenze che sono capaci di ferire il nostro bozzolo vibrazionale.

Il programma “La meditazione del perdono” lavora con queste frequenze, facendo il “rattoppo” del bozzolo vibrazionale. Ma un semplice ascolto del programma non basterà; occorre liberarsi del peso dei rancori, perdonare tutti coloro che vi hanno offeso. In realtà, questo non è affatto semplice.
Quando voi pensate al dolore che avete provato, il vostro rancore vi sembra più che logico, più che ovvio. Bisogna scavalcarlo: facendo così voi state facendo del bene prima di tutto a VOI STESSI.

LA TEORIA DI TESLA APPLICATA ALLE PIRAMIDI



Lo scienziato sosteneva che la Terra è un’armatura di condensatore sferica, mentre la ionosfera rappresenta l’altra armatura.
Recenti misurazioni hanno determinato che la differenza di tensione fra la Terra e la ionosfera è pari a 400.000 volt. Le linee di forza della carica elettrica più i campi provenienti dal Sole agiscono verticalmente sui lati della piramide. Equipotenziali magnetici manifestano una grande densità del campo magnetico in cima o al vertice della piramide.
La tensione del campo elettrico aumenta di 100 V/m in concomitanza con l’altezza.
Il campo negativo terrestre raggiunge la massima intensità e densità in corrispondenza del vertice della piramide.
Alla sommità della Piramide di Cheope (altrimenti nota come la Grande Piramide o Piramide di Khufu) vi è una tensione enorme. La Piramide di Cheope dispone di una propria capacità elettrica, la prerogativa di accumulare un certo quantitativo di carica elettrica.
Se sulla piramide converge troppa carica elettrica, quella in eccedenza si scarica presso la sommità.
Secondo alcune voci, in origine il vertice della Piramide di Cheope consisteva in un pyramidion in oro massiccio – un eccellente conduttore.
La tensione alla sommità della struttura dipende esclusivamente dall’altezza, e questo è il motivo per cui Tesla predispose una torre, una struttura che si elevava in altezza; optò per una forma piramidale a otto lati, ma poteva essere una piramide a quatto lati, una con innumerevoli lati, un cono, la tensione sarebbe stata la medesima in ogni caso.
La forma simmetrica della struttura ne avrebbe accresciuto la stabilità statica e la resistenza a fenomeni sismici.
Per quale motivo Tesla fabbricò una sfera, di ventuno metri di diametro, sulla cima della torre piramidale?
Cosa si realizzò con tale iniziativa?
Il fatto che la sfera fosse priva di punte comportava che la tensione si sarebbe distribuita in modo uniforme sulla sua intera superficie.
La tensione scaricata dal vertice della piramide sarebbe stata acquisita dalla sfera, aumentando in tal modo la capacità elettrica complessiva dell’intera torre.
Invece di verificarsi presso un punto alla sommità della piramide, la scarica si sarebbe prodotta presso numerosi punti su tutta la superficie della sfera.
La conclusione è che aggiungendo la sfera al vertice della piramide, la capacità elettrica del dispositivo sarebbe risultata accresciuta, il che avrebbe aumentato la possibilità di generare fulmini di gran lunga più potenti.
La Wardenclyffe Tower di Tesla fu progettata per elettrificare l’atmosfera in un baleno e produrre un temporale accompagnato da pioggia, nonché per fungere da mezzo per una comunicazione senza fili su scala mondiale.
Per nostra grande disdetta, la torre non venne mai ultimata; fu smantellata nel corso della Prima Guerra Mondiale. Tesla non ebbe mai occasione di effettuare gli esperimenti che aveva pianificato a Long Island, né di applicare l’ingegneria della pioggia in condizini desertiche
Qual era la funzione delle piramidi?
Produrre fulmini?
Niente affatto. Le piramidi hanno funzionato per millenni, e continuano a farlo, come generatori di ioni negativi.
Allo scopo di ionizzare costantemente l’aria circostante, le piramidi dovevano essere collegate a una fonte permanente di ioni negativi.
Come si è ottenuto tale scopo?
Dove si trovano le linee ‘elettriche’ che conducono alle piramidi?
La Piana di Giza nasconde acque sotterranee in abbondanza. Grossi fiumi sotterranei che scorrono attorno alle piramidi sono zeppi di ioni negativi e, tramite l’effetto piezoelettrico, ‘traspondono’ questi ioni a ciascuna piramide, la quale quindi li accumula e scarica l’eccedenza presso la sommità.
Tutte le piramidi della piana sono costruite con pietra a elevato contenuto di cristallo, in grado di legare le cariche elettriche derivanti dall’acqua quando questa, nel sottosuolo, esercita una pressione meccanica contro il cristallo stesso.
Se esponiamo il cristallo a deformazione meccanica, cariche elettriche orientate compaiono in superficie – fenomeno noto come effetto piezoelettrico. Il cristallo rappresenta il convertitore di energia meccanica in energia elettrica.
In virtù del costante processo di carica e scarica della piramide, che viene caricata elettricamente dai fiumi sotterranei, la piramide stessa si contrae e si espande, determinando continui microterremoti

Di Diego BerzaghiSi Ringrazia il gruppo facebook Impronte degli Dei (https://www.facebook.com/groups/1421044901507794/) nella persona di Miry Bell per la gentile concessione nel pubblicare l'articolo

giovedì 21 luglio 2016

COME RIMUOVERE L’ALLUMINIO DAL CERVELLO PRIMA CHE SCATENI IL MORBO DI ALZHEIMER


Abbiamo tutti sentito parlare di alluminio e sappiamo gli usi che ne facciamo, pentole, pellicole, contenitori per bevande e alimenti, deodoranti ascellari, tabacco, infissi, farmaci prescritti,
e come adiuvanti nei vaccini, chemtrails(scie chimiche ndr).


Un aspetto dell’ alluminio, che molte persone non conoscono, è che è una neurotossina che può avere un effetto di deterioramento sul nostro cervello e sistema nervoso. Inoltre, gli esperti rivelano che può essere un importante fattore scatenante per l’insorgenza del morbo di Alzheimer.


Siamo costantemente esposti a questa neurotossina , possiamo fare qualcosa per proteggerci? Per cominciare ci sono una serie di estratti naturali di piante e sostanze nutritive che possono abbassare e prevenire la tossicità dell’ alluminio a carico del cervello, in modo da proteggerlo da disturbi cognitivi.

Isochronic tones Machine
























http://mynoise.net/NoiseMachines/isochronicBrainwaveGenerator.php?c=0&l=0000000000000000000000

martedì 19 luglio 2016

diventa più' intelligente con il programma NEUROPLASTICA

Descrizione:

Per favore, leggete attentamente questa istruzione.
L'osservazione delle regole descritte è obbligatoria, si prega di attenersi rigorosamente alle regole.

Neuroplastica è una nuova rivoluzionaria tecnologia che permette di ampliare notevolmente la banda dei ritmi cerebrali. I ritmi cerebrali di una persona che ha fatto un corso di neuroplastica superano diverse volte quelle di una persona media. Gli effetti positivi del programma, quali: il miglioramento delle capacità cognitive, nuove connessioni neuronali, la caduta degli stereotipi, i pensieri originali – si vedranno già dopo alcune settimane.
Bisogna dire che ogni persona potrà avvertire degli effetti diversi, propri, i risultati sono molto individuali. Come non esistono sulla Terra due persone uguali, non ci saranno due risultati identici: ci sarà colui si libererà dalle cattive abitudini, colui che vincerà nella lotta contro un male cronico, e colui che raggiungerà delle vette nell'arte e nello sport.
Il principio d'azione.
Il programma consiste di tre meditazioni. La prima (Accelerazione) aumenta la frequenza dei ritmi cerebrali da 8 a 44 Hz, da alfa a gamma. La seconda (Stabilizzazione) aiuta il cervello a sostenere la banda dei ritmi più ampia. La terza (Rallentamento) rallenta la frequenza dei ritmi da 44 a 8 Hz, da gamma ad alfa ritmi.

Queste tre meditazioni rappresentano una “palestra” per il vostro cervello, insegnandolo gradualmente ad usare una banda di frequenze più ampia per risolvere diversi problemi della vita.

Una persona che ha fatto questo corso risulterà superiore a molte altre persone che non allenano il cervello e vivono di stereotipi che permettono di non pensare e di usare degli schemi prestabiliti. Già dopo alcune settimane capirete quello che voglio dirvi.
Come usare questo programma in maniera corretta.

Questo programma è molto diverso da tutte le altre con le quali, probabilmente, avete già lavorato. Per avere dei risultati occorre seguire RIGOROSAMENTE le istruzioni.

  1. Si comincia dal programma “Accelerazione”. Con esso lavoriamo SOLO 1 volta alla settimana, non più spesso! Le ore di ascolto raccomandate: mattina e primissimo pomeriggio (non più tardi delle due di pomeriggio).
  2. Il giorno seguente: l'intervallo. Non lavoriamo con nessunio dei tre programmi.
  3. Il giorno dopo ancora lavoriamo con il programma «Stabilizzazione» tutti i giorni, preferibilmente nelle ore diurne. Ascoltiamo il programma tutti i giorni.
  4. Al sesto giorno dopo l'inizio del lavoro facciamo un intervallo, non lavoriamo con nessuno dei tre programmi. (E' permesso di lavorare con altri programmi)
  5. Al settimo giorno (esattamente una settimana dopo) lavoriamo con il programma «Rallentamento». Le ore raccomandate: la seconda metà della giornata, dalle 12 alle 20.00, non più tardi.
  6. Il giornoi seguente facciamo un intervallo, non lavoriamo con nessuno dei tre programmi.
  7. Doipo lavoriamo tutti i giorni con il programma «Stabilizzazione». 8. Al sesto giorno facciamo un intervallo. 9. Alsettimo giorno lavoriamo con il programma «Accelerazione» (ore mattinali o diurne, non più tardi delle ore 14).

Il ciclo è compiuto. In altre parole, il primo ciclo prende due settimane. Nella prima settimana lavorate con il programma “Accelerazione” (1 volta alla settimana), e nella settimana seguente lavorate con il programma “Rallentamento” (1 volta alla settimana). Tutti gli altri giorni, tranne gli intervalli, lavorate con il programma “Stabilizzazione”.



Attenzione: Il giorno prima del lavoro con il programma “Accelerazione” o “Rallentamento”, e il giorno SEGUENTE dopo aver lavorato con uno dei due programmi, NON lavoriamo con il programma “Stabilizzazione”. Per favore, osservate questa regola!

martedì 12 luglio 2016

SCIAMANI IGUARITORI DELL'ANIMA

Nel nostro immaginario, la figura dello sciamano è sempre stata misteriosa, in modo particolare per quanto rifguarda il mondo occidentale, tuttavia, oggi, c’è una maggiore apertura ed accettazione sulla possibilità che questi personaggi possano realmente guarire malattie, spesso, date per incurabili.
Chi sono gli sciamani?
Anche se molte persone ancora lo credono, gli sciamani non sono stregoni, bensì uomini e donne che riescono ad entrare in stati alterati di coscienza, riuscendo a distaccarsi dal loro corpo fisico, viaggiando nel loro mondo eterico non influenzato dal tempo.


In questo stato di coscienza sono capaci a fare del bene a loro stessi e agli altri, se ben istruiti a farlo.

Guidati da una grande consapevolezza e motivazione altruistica, essi sono dei veri e propri guaritori, in quanto capaci di ripristinare l’equilibrio e l’armonia spirituale, mentale e fisica di chi sta soffrendo.
Lo sciamano pero’, fa una distinzione molto netta tra la medicina del corpo e quella dello spirito, vedendole complementari. Se un uomo con una freccia nel braccio deve essere curato, lo sciamano non entra in trance, ma si prepara a togliere la freccia e in seguito a medicarla.
Per far fronte a una qualunque malattia lo sciamano è consapevole che essa è solo la conseguenza delle ferite dello spirito, maltrattato da molte sofferenze.

Lo sciamano, quindi, va a curare la malattia e si occupa delle cause che l’hanno generata. Qualunque medicina ha effetti di breve durata se non avviene questo tipo di trattamento.
Secondo il pensiero dello sciamano, esistono tre categorie di cause che generano le malattie.
La disarmonia, cjhe si genera principalmente quando si hanno dei bruschi cambiamenti nella propria vita o se ne perde il senso. Essa genera un abbassamento del potere personale che ci rende vulnerabili.
La paura, genera una perdita di energia di tutto il nosrtro organismo, andando ad indebolire il sistema immunitario.
Perdere l’anima, dal punto di vista sciamanico è la causa che genera le morti premature.
Essa non è riconosciuta dalla medicina tradizionale, a differenza delle prime due e riguarda la presenza di una ferita emozionale, generata da un trauma che è stato vissuto, solitamente, durante l’infanzia.
Tra le cause principali: violenze, stupri, aggressioni, ma anche divorzi, aborti e gravi incidenti.
Quando questo avviene, si ha come la sensazione di essere frammentati, di non essere totalmente in stato di presenza e capita di avere perdite di memoria. Tutto questo si aggrava con l’incapacità di provare gioia.
Secondo la visione sciamanica, la guarigione avviene in fasi.
Nella la prima fase, lo sciamano permette al ‘paziente’ di avere un aumento del suo potere personale, nella seconda ricerca le cause che sono andate a generare la malattia, nella terza si prepara per guarirlo e nella quarta fase avviene il recupero dell’anima perduta.
Lo sciamano sa molto bene che nel momento in cui avviene la guarigione non sta solo curando il presente, ma sta agendo sul passato e il futuro.

Questo perché il tempo è solo un’illusione. La coscienza sopravvive eternamente e un’azione su di essa va a generare un cambiamento in tutto cio’ che esiste.

allineamento e ripristino colonna vertebrale








































domenica 10 luglio 2016

PERCHÈ NON FIDARSI CIECAMENTE DEI MEDICI , COSA CI GUADAGNANO ?

La maggior parte delle persone si fida ciecamente dei medici, poichè sono professionisti: chi meglio di loro potrà dirmi cosa è meglio per me ?Qualunque farmaco loro consiglino, anche se con manifesti e accertati effetti collaterali e controindicazioni si assume senza battere ciglio, poichè il medico ci consiglia di prenderlo. Dobbiamo metterci in testa che i medici quando ci spingono a consumare un farmaco ci guadagnano, al pari dei farmacisti, poichè le case farmaceutiche li "premiano" proprio per diffondere i farmaci (se hai un certo numero di pazienti che consuma questo farmaco ti regalo un viaggio, un computer, ecc.). Il medico riceve puntualmente dei promotori commerciali che gli danno queste informazioni: "abbiamo fatto delle ricerche su questo farmaco, si è dimostrato(chissà come ?) che questo farmaco da noi prodotto e brevettato "aiuta a ridurre i sintomi" di questa malattia (notate: non "guarisce", ma "aiuta a ridurre i sintomi"), ha questi effetti collaterali, ma è approvato dal
Ministero della Sanità.
Il medico, quando si presenta un paziente con quei sintomi, avverte il paziente degli effetti collaterali (non sempre tra l'altro) e consiglia il farmaco. Dal suo punto di vista morale è a posto (il farmaco è approvato e legale), dal punto di vista economico ci guadagna parecchio, per cui perchè dovrebbe consigliarvi invece qualcos'altro dove non c'è guadagno e non è sperimentato dalle case farmaceutiche che lo sponsorizzano ? Anzi, così facendo ne ricaverebbe un danno, poichè le case farmaceutiche lo guarderebbero con un cattivo occhio, un medico fuori dal coro, da evitare, da isolare dalla comunità medica.
Quello che sto dicendo è verissimo ed è stato denunciato pubblicamente sui media proprio da medici che, disgustati da questo sistema "commerciale", si sono ribellati alle case farmaceutiche.
Le sostanze naturali, invece, sono malviste dalle case farmaceutiche,poichè non sono brevettabili e offrono un guadagno infinitesimale rispetto ai farmaci. Di conseguenza le case farmaceutiche evitano di fare ricerche su di essi e anzi tentano discreditarle per mezzo dei medici. Gli unici a fare ricerche sulle sostanze naturali sono le università o più raramente le aziende produttrici di integratori, ma i risultati di queste ricerche non sono certo pubblicizzati come quelli dei farmaci. Il risultato (assurdo e ridicolo) è che la gente diffida dei prodotti naturali , anche se sono approvati dal Ministero della Sanità e totalmente innocui, come se fossero pericolosi e dannosi !

E' assolutamente sconvolgente che molte persone, andate dal medico per risolvere problemi semplici, come l'insonnia, l'allergia, il mal di schiena o il mal di testa si ritrovano letteralmente "schiave" dei farmaci e dopo poco tempo hanno problemi molto più gravi di quelli che erano andati a risolvere. Così, se si ha l'insonnia il medico prescrive i sonniferi, che causano inevitabilmente depressione e che devono quindi essere curati con gli antidepressivi; se si ha l'allergia vengono prescritti gli antiallergici (o antistaminici) che causano anch'essi depressione, col risultato di diventare schiavi degli antidepressivi; se si hanno dolori vengono prescritti gli antidolorifici, che causano problemi allo stomaco e all'intestino e che ogni anno uccidono migliaia di persone. E' ovvio che dopo essere stati scombussolati dai farmaci per lungo tempo è molto difficile riuscire a liberarsi dalla dipendenza. Se ad es. si sono presi sonniferi per settimane, non appena si smette di prenderli non si riesce a dormire più.

vedi anche

SII IL MEDICO DELLA TUA ANIMA

"Ho speso parte della mia vita negli ospedali, nei centri di recupero e successivamente con clienti privati mettendomi a 'servizio' di chi ne aveva bisogno...
Ho visto la sofferenza che genera dalla malattia, quotidiana senza respiro. L'empatia iniziale si è costruita, nel tempo, una corazza d'esperienze, grazie alle anime che sono volate e alle altre che, rimanendo, fanno di tutto per cercare di guarire.
Vedo i conflitti spirituali causare piu' infelicità e malattie delle epidemie di peste medievali... e vedo molti cercare i 'guaritori' o le 'guaritrici', convinti che si compia il miracolo..speranzosi che proprio quella persona si prodigherà con la sua energia e la sua sapienza olistica al fine di ''salvarci''.
E in parte è cosi', in parte è vero che il ricorso ai guaritori e le guaritrici dell'animo umano sia una strada percorribile e utile. A questo proposito avrei tanti maestri e maestre da ringraziare per aver trasmesso e messo a disposizione le loro esperienze e conoscenze.. e forse, i migliori maestri sono stati proprio quelli che ci hanno fatto cadere, sbagliare, sbattere contro i muri..perche' ci hanno obbligati a sviluppare nuovamente il contatto con il nostro spirito di sopravvivenza e di resistenza.


Pero', in ultima analisi, c'è un messaggio sottile che deve arrivare a chi soffre, ovvero che il vero guaritore è colui o colei che ci mette in condizione di auto~curarci, di auto-riparare le nostre informazioni spirituali offese, desolate, abbandonate, incolte, violentate e rese sorde e mute...

Nessuno puo' fare il lavoro 'sporco' per noi."

Advanced Mind Institute Italia
(Marianna Montgomery)

sabato 9 luglio 2016

LA NEUROACUSTICA СOME CURA CONTRO IL SENSO DI SOLITUDINE


La domanda di un ascoltatore:
"Potete dire qualcosa su come curare la solitudine? Spesso è la causa di continui stress."
La risposta:
"L'uomo è una creatura sociale. Il problema della solitudine è risolvibile: sintonizzi il suo cervello con le meditazioni. Le persone sono attirate inconsciamente dalla coscienza bilanciata e scappano da quella sbilanciata.
Se lei è sicuro di se e si sente forte, il problema della solitudine si risolve in pochi giorni.
Lavori con le meditazioni THETA, e la solitudine se ne andrà.
Questo è un dato dio fatto, verificato sulle centinaia di ascoltatori."
La lista solo di alcune meditazioni theta sul sito dell’Istituto e sul canale di Lenni Rossolovski su Youtube:
- La sintonizzazione del bozzolo vibrazionale https://it.advanced-mind-institute.org/…/la-sintonizzazione…
- Il viandante stellare https://it.advanced-mind-institute.org/…/il-viandante-stell…
- Il canto del delfino https://it.advanced-mind-institute.org/…/il-canto-del-delfi…
- Stimolazione theta https://it.advanced-mind-institute.org/…/stimulazione-theta…
- L’introduzione allo stato mistico https://vimeo.com/87984646
- La risonanza si Schumann https://www.youtube.com/watch?v=vGaVrwnbGIw



Che cos’è lo stato theta, che cosa succede quando si è in theta?

In uno stato theta si attivano delle capacità che favoriscono l’apprendimento, si sviluppa l’intuito, l’organismo si ripristina.
Il fatto dell’azione curativa delle frequenze theta è stato confermato clinicamente. Centinaia di cliniche in tutto il mondo adoperano, insieme alle cure tradizionali, le frequenze theta.
Quando siete in theta, vi liberate dalle paure, dall’ansia e dalle emozioni negative. Proprio in questo stato ritornate all’armonia, alla gioia, alla sensazione di interezza.

Le onde theta generate dal cervello sono molto importanti, e conducono in uno stato particolare della coscienza. Gli scienziati a lungo non hanno potuto esplorarle, perché una persona media non può rimanere per molto tempo e coscientemente in uno stato theta; di solito si entra in theta mentre ci si addormenta, rimanendoci per pochi minuti.
Le onde theta rappresentano una frontiera tra la vostra coscienza e il subconscio, aprendo l’accesso alle associazioni libere, alle improvvise illuminazioni, alle idee creative.
Advanced Mind  Italia

mercoledì 6 luglio 2016

ESISTE UNA MEDICINA CONTRO LA MORTE? SECONDO L’ACCADEMICO VLADIMIR SKULACHEV, SI.



L’intervista con l’accademico Skulachev, il decano della facoltà della bioingegneria e della bioinformatica dell’Università di Mosca. Dal 2003 sta lavorando su una medicina contro la vecchiaia.


-
- Quando inizia l’invecchiamento dell’uomo, e come si manifesta?

- Già a 15 anni inizia a invecchiare il sistema immunitario. A 20 anni è di sicuro più debole che a 10 anni. Poi invecchia il sistema muscolare: un calciatore di 30 anni costa meno di quello ventenne. Questo si chiama sarcopenia. Poi invecchia la vista; l’acutezza della vista inizia a mancare dall’età di 30 anni. Poi, la pelle. I primi segni senili sulla pelle arrivano a circa 40 anni. A 50-60 anni arriva la menopausa nelle donne, invecchia il sistema genitale (nell’uomo può funzionare quasi fino a tarda età).
Il cervello invecchia per ultimo, e, per ognuno, in maniera diversa. Conosco una famiglia che negli anni difficili seguiti al crollo dell’URSS è stata salvata dal nonno che aveva quasi 100 anni: preparava gli studenti agli esami di ammissione nell’università. Lui non riconosceva quasi i parenti, ma riusciva benissimo a dare delle ripetizioni. Quest’uomo non faceva altro che allenare il cervello per tutta la vita, e poi si sa: quando una persona smette di fare l’attività mentale, le sue capacità deperiscono.


- Alcuni animali hanno abolito il programma dell’invecchiamento. Come ci sono riusciti?


- Questo programma lo aboliscono coloro che non hanno i nemici; non devono evolversi. Non invecchiano le tartarughe giganti (protette dalla corazza), la balena gigante, la perla del fiume (nessuno può aprire la conchiglia di questo mollusco). Questo mollusco ad un certo punto non può più sopportare la propria crescita e il peso della conchiglia, cade e muore di fame. Come la tartaruga gigante smette di sopportare il peso della corazza. Un roditore che vive sotto la terra vive fino a 30 anni e nessuno ha ancora capito perché muore, il suo sistema immunitario non invecchia e non ha delle malattie mortali. Nessuna sa pure perché muore la balena gigante.

- Anche l’uomo non ha nemici, tranne se stesso. Perché non aboliamo questo programma?


- Ci siamo liberati dai nemici troppo di recente; per i cambiamenti occorrono migliaia di anni. D’altronde, ci stiamo andando.

- Come funziona la medicina che avete inventato?


- L’abbiamo creata partendo da una semplice logica: l’uomo è avvelenato, lentamente, da qualche veleno, da certe forme attive dell’ossigeno. Già la natura ci aveva pensato creando le vitamine E,C, la coenzima Q. Un antiossidante ce l’abbiamo nella nostra medicina anche noi, preso in prestito dalle piante. Poi, c’è il catione, (lo “ione di Skulachev). Siamo partiti dalla scoperta fatta con Efim Liberman nel 1969; abbiamo scoperto che i mitocondri (organelle) sono come le stazioni elettriche che trasformano l’energia chimica in energia elettrica, e la differenza dei potenziali, sulla loro membrana, ha il segno meno.
Come è noto il positivo cerca il negativo, e cosi gli ioni di Skulachev, positivi, passano attraverso la membrana dei mitocondri e ci portano l’antiossidante.
La nostra medicina allunga la vita dei topi di due volte. Hanno smesso di morire di infezioni, è sparita la menopausa. Cominciando ad assumerlo in vecchiaia e fino alla fine della vita, l’effetto sarà lo stesso: quindi, c’è qualche speranza per i vecchi umani.
Gli esperimenti hanno rivelato che cura e guarisce radicalmente molte malattie della vista. Sembra incredibile, ma la cataratta sparisce (mi sono eliminato la mia cataratta). Cura il glaucoma, l’uveite, la degenerazione maculare. Servono delle dosi microscopiche : per guarire gli occhi a tutti i gatti domestici, cani e i cavalli della Russia, servirebbero soltanto 4 grammi di questa sostanza all’anno.


- L’assunzione degli antiossidanti nella forma attuale non funziona?


- No, purtroppo. Non agiscono in maniera mirata. Le forme velenose dell’ossigeno si formano nella membrana interna del mitocondrio, e gli antiossidanti vanno in tutte le membrane. Per cui bisogna assumerli in grandi quantità, e allora un sistema speciali nel fegato li distrugge o li trasforma in sostanze cancerogene. Il vantaggio della nostra medicina è che si assume in nano-quantità ed ha un’azione mirata.


- Liberando l’uomo dalla vecchiaia e allungando la sua vita, non andate contro la natura?


- Il mio aforismo preferito è: Quando vogliamo prendere il volo, costruiamo un aereo e non aspettiamo che ci crescano le ali. Quando abbiamo freddo, ci vestiamo, mentre un animale deve far crescere la pelliccia. Abbiamo aiutato il cervello, tramite il computer. A noi l’evoluzione non serve. Noi o ci facciamo saltare in aria, o impareremo a risolvere i nuovi problemi, l’uomo diventa più intelligente molto rapidamente.


- Come moriremo se aboliremo la vecchiaia?


- Già adesso nelle società civilizzate ogni decima morte non è legata alla vecchiaia. Quando vivremo di più, arriveranno le vere malattie della vecchiaia, non quelle di adesso, programmate, ci saranno dei difetti che sono assenti nell’uomo moderno perché non vive molto a lungo.


- Esistono i metodi naturali per allungare la giovinezza?

- Si, sono i digiuni. Allungano la vita a tutti, anche ai lieviti. Penso che la quaresima religiosa è un suggerimento su come vivere di più. Anche l’attività fisica, anche se non è così efficace come la limitazione del cibo. La cosa meravigliosa che riguarda il programma dell’invecchiamento è che si può iniziare a fare i digiuni e l’esercizio fisico a tutte le età, non è mai tardi.

fonte

Guarire gli altri ...


Guarire gli altri è impossibile. Si può solo creare e offrire loro uno spazio nel quale, se vorranno, possono guarire. Perciò non prendetevi una responsabilità di guarire nessuno tranne voi stessi.

C. Roter "Psicologia spirituale"

Advanced Mind Institute
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...